Social Commerce: i vantaggi dello shopping sui social networks

logo Aquest
AQuest
23 aprile 2021

Social Commerce

Con la definizione Social Commerce si intende la vendita di prodotti direttamente all’interno dei social networks: scoperta e acquisto avvengono in un unico luogo.

Il valore di questa modalità di shopping nasce dal fatto che sempre più persone scelgono di affidarsi ai social networks per ispirazioni pre-acquisto, con la quasi certezza di trovare una grande quantità di informazioni, spesso maggiori rispetto a quelle disponibili sui tradizionali siti e-commerce.


Lo stesso Instagram conferma questa tendenza, indicando come il 60% degli utenti intervistati abbia ammesso di scoprire nuovi prodotti direttamente su Instagram, preferendo l’acquisto diretto in piattaforma.

Grazie alla natura stessa delle piattaforme social, gli utenti possono confrontare brand e prodotti, facendosi un’idea più completa dell’offerta disponibile, e godere di una più sincera condivisione di opinioni personali, e maggiore “realismo” nella presentazione dei prodotti (magari durante dirette live di influencer o store managers).

L’esperienza d’acquisto con il social commerce

Oltre a questi aspetti più relazionali, il social commerce è molto apprezzato dagli utenti perché non forza l’uscita dal social network in direzione di uno store online. Perché abbandonare Instagram (ad esempio) quando l’intero processo d’acquisto, dalla scoperta al pagamento, può avvenire comodamente all’interno della app?

Lontano ormai dall’essere una semplice transazione, lo shopping sui social media si trasforma in un’esperienze d’acquisto fluida e senza interruzioni, in linea con le attuali abitudini digitali dei consumatori.

Un percorso così semplificato verso l’acquisto online è la chiave del successo di questo trend rapidamente adottato da un numero sempre maggiore di consumatori, che in un contesto post-Covid19 continuano a mantenere le abitudini acquisite nei mesi di emergenza e lockdown.

Il trend del social commerce ha conosciuto infatti una forte crescita proprio nel corso del 2020: secondo una recente analisi di Business Insider, gli ordini eseguiti direttamente sui social media hanno registrato un aumento dell’84% nel terzo trimestre dell’ultimo anno, agevolati dall’inserimento dei pagamenti diretto in piattaforma.

Social commerce: i nuovi trend

Source: business.instagram.com/shopping

Nel 2021 assisteremo ad una costante affermazione e crescita delle strategie di social commerce, e diventa chiaro come i brand siano chiamati oggi stesso a conoscere e applicare le regole di questo gioco. 

Sfruttare tutte le funzionalità delle diverse piattaforme sarà la chiave per raggiungere i propri clienti la dove trascorrono la maggior parte del loro tempo e raccogliere i benefici.

Per garantire la giusta spinta alle vendite online “i marketer devono utilizzare le capacità di performance dei canali social, e allo stesso tempo cercare di ricreare le esperienze d’acquisto che mancano ai clienti” (Hootsuite).

I 5 principali motivi del successo del social commerce

1 - Audience predisposta all’ascolto

Raggiungere gli utenti la dove trascorrono il loro tempo libero, dove cercano ispirazione su prodotti e servizi, significa coglierli in uno stato di predisposizione positiva e attenzione nei confronti dei contenuti proposti.

2 - Esperienza senza interruzioni

Scoperta, navigazione, prova e checkout, tutto in un unico posto.

Con il social commerce è possibile accompagnare l’utente fino allo step finale del processo d’acquisto, in un piacevole flusso continuo: dallo scroll del proprio feed alla selezione del prodotto e il checkout.

3 - Funzionalità dedicate a retailer e brand

Le piattaforme di social media offrono oggi diversi strumenti per creare campagne interattive, coinvolgenti e condivisibili, fondamentali all’interno del funnel di vendita, per determinare il lancio di nuovi prodotti e alimentare la condivisione.

4 - Passaparola e relazioni

Questi tratti chiave dell’esperienza social rafforzano le strategie di shopping, definendo un legame duratura tra gli utenti e i brand, soprattutto alla luce del numero crescente di consumatori che cercano brand trasparenti e aperti al dialogo. 

5 - Innovazione e creatività

I social media creano un ponte verso una nuova esperienza di shopping. Le opportunità creative a disposizione dei brand per innovare il funnel di vendita sono sempre più varie, coinvolgendo i consumatori a livelli non raggiungibili con i tradizionali siti e-commerce e, talvolta, con le stesse esperienze offline in store. 

Su quali social networks è possibile fare social commerce?

Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una rapida ascesa di interesse verso questo tema (basti pensare alla collaborazione tra Tik Tok e Shopify), che ha spinto i principali social networks a dotarsi di un numero sempre maggiore di features dedicate al mondo business e allo shopping in particolare.

Da Tik Tok a Facebook, da Instagram a Pinterest, fino a Whatsapp e WeChat: oggi è possibile fare shopping direttamente all’interno di tutti i principali social networks.

Vediamo le funzionalità di shopping integrate nei principali social Networks.

Social Commerce su Tik Tok

All’interno di Tik Tok è possibile generare awareness, engagement e gestire il checkout di un pubblico più giovane rispetto alle altre piattaforme social, grazie agli annunci in-feed, ai filtri interattivi e ai video nativi.

Social Commerce su Facebook

Anche Facebook segue in prima linea il trend del social commerce, prima con l’integrazione delle shoppable ads in feed e poi con la più recente integrazione degli Shops, che permettono la creazione di una vetrina di prodotti per agevolarne la scoperta su larga scala.

Social Commerce su Instagram

Sulla linea di Facebook, gli shops sono disponibili anche su, Instagram per i brand che desiderano trasformare i propri follower in clienti. Grazie agli shoppable posts è possibile taggare i prodotti direttamente nei post del feed, nelle stories, video IGTV, reels e dirette live. Quando un utente clicca sul link del prodotto, viene indirizzato a una landing page in-app (Instagram Shopping) dove può effettuare un acquisto.

Un quinto degli utenti che seguono di IGTV e Reels mostra entusiasmo verso l'acquisto attraverso i siti sociali (fonte: GlobalWebIndex), quindi non c'è da meravigliarsi che Instagram abbia deciso di espandere i Checkouts a entrambe queste funzionalità, avendo già precedentemente introdotto la possibilità di acquistare tramite le Storie.

Social Commerce su Pinterest

Pinterest si rivolge ad integrazioni native orientate a sfruttare la tendenza degli utenti a fare ricerca pre-acquisto in piattaforma. Grazie alle lenti AR gli utenti possono scansionare e testare i prodotti, oppure, attraverso algoritmi nativi di AI, ricevere suggerimenti di prodotti simili a pin già selezionati. Inoltre, si aggiunge la possibilità di acquistare un prodotto direttamente da un pin, venendo reindirizzati alla pagina di acquisto.

Social Commerce con Whatsapp

La possibilità di fare acquisti rapidi arriva anche su Whatsapp, con Whatsapp for Business. Attraverso QR Code e i cataloghi nativi di Facebook, l’utente ha infatti la possibilità di fare acquisti senza lasciare la chat, aggiungendo la propria selezione di prodotti nel carrello e inviando l’ordine nella forma di un semplice messaggio all’azienda.

Social Commerce per il tuo brand

Le piattaforme social stanno continuamente aggiungendo nuove funzionalità e caratteristiche che rendono i contenuti più facilmente acquistabili, e questo avviene in linea con un costante aumento della domanda di intrattenimento.

Le opportunità offerte dal Social Commerce sono molte, specifiche su ciascuna piattaforma, ed è necessario inserirle all’interno dell’intera strategia di marketing per poterne trarre i massimi vantaggi.

 

Vuoi sapere quali potrebbero essere le soluzioni ideali per il tuo business? Scarica la nostra guida sui trend della comunicazione digitale del 2021.

Scarica l'eBook